Fai un lascito

Fai ora un gesto importante per il futuro

Se per te fare del bene è davvero importante puoi dichiarare questa volontà con un “Testamento Olografo”, dove indichi i beni che intendi destinare alla Fondazione San Bortolo Onlus come tua eredità.
Si tratta di un tipo di testamento, definito dall'art. 602 del codice civile, scritto per intero, datato e sottoscritto a mano dalla persona che intende fare la donazione, che deve contenere la chiara indicazione dei beni messi a disposizione. Sarà quindi sufficiente scrivere ad esempio: “Lascio alla Fondazione San Bortolo di Vicenza la somma di Euro…" oppure il bene che si intende lasciare (identificabile con semplice descrizione e, se si tratta di un immobile, senza ricorrere ai dati catastali, ad esempio: "la mia abitazione di Via… a Vicenza”).

Può trattarsi quindi non solo di un  immobile, ma anche di un quadro o di un oggetto di un certo valore. Ciò che conta è che il beneficio vada ad aggiungersi alle nostre iniziative di raccolta fondi destinati a migliorare l'Ospedale San Bortolo di Vicenza per il bene dei suoi assistiti.

E' un gesto davvero nobile che fa onore a chi lo compie.

ISTRUZIONI
Il lascito a favore della Fondazione può essere a titolo di eredità o di legato. Si ricorre a quest’ultimo quando si vuole beneficiare la Fondazione di uno o più beni determinati (es. di una somma di denaro, di beni mobili, di uno o più immobili etc.). Inoltre l’acquisto a titolo di legato è preferibile anche per la Fondazione, in quanto comporta minori formalità e quindi minori costi da sostenere.

Chi volesse beneficiare la Fondazione con un testamento può farlo ricorrendo al notaio di propria fiducia o più semplicemente predisponendo un testamento olografo. Questo può contenere anche solo la disposizione a favore della Fondazione. In questo ultimo caso si aprirebbe per tutti gli altri beni la successione legittima, cioè i beni non lasciati alla Fondazione saranno devoluti secondo legge. Qualora si optasse per il testamento olografo, questo deve essere scritto interamente di pugno dal testatore con data e sottoscrizione dello stesso. Non servono particolari formalità.

La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni riportando il nome ed il cognome del testatore; se non contiene il nome ed il cognome, la sottoscrizione deve quantomeno designare con certezza il testatore. La data deve contenere l’indicazione del giorno, mese ed anno. Una volto predisposto, il testamento deve essere conservato in luogo sicuro (la copia non ha valore). Si consiglia di riporlo in una busta chiusa contenente la dicitura “Testamento di ........” e di affidarla ad un notaio o ad una altra persona di fiducia (parente, professionista etc. o anche alla Fondazione stessa).

ESEMPIO DI TESTAMENTO
Testamento esempio min

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI